Il gusto

s'architetta
image
28/10/2016 in Ricette, dolci
Crema catalana, gluten free.

Per Racconti di dolci architettati.
La mia ricetta della crema catalana senza glutine per 6 pirofiline da 150gr.

Dolce tipico della catalogna, non fa parte della nostra tradizione culinaria.
Una sera però, un cliente mi ha chiesto al telefono se potevo preparargliela, ed io, che ho il pessimo difetto di non riuscire a dire di no, gli ho promesso che avrei studiato questo dolce.
Il risultato mi è sembrato buono.
Parente del crème caramel e della crème brûlée , io trovo similitudini con il nostro migliaccio, o del dolce “santanastasiano” con uova, zucchero e ricotta, del resto le commistioni culturali passano sempre per il cibo.

INGREDIENTI
Latte 500 ml
4 Tuorli
100 g Zucchero
1 Limoni
1 Cannella in stecche
25 g amido di mais (maizena)


PER COSPARGERE
Zucchero di canna q.b.
Noce moscata da grattugiare q.b.

PROCEDIMENTO
Iniziate la preparazione della vostra crema catalana sciogliendo la maizena in poco latte freddo e tenete da parte. Grattugiate la buccia del limone; in un tegame versate quindi il resto del latte e aggiungete anche la scorza grattugiata del limone, meta' dello zucchero e la cannella. Portate il tutto ad ebollizione mescolando per sciogliere lo zucchero e togliete dal fuoco il tegame. Versate in una ciotola i tuorli e il rimanente zucchero, lavorate con una frusta aggiungendo poi anche l'amido di mais (maizena), sciolto precedentemente in un po' di latte freddo. Solo dopo aver mescolato bene insieme l'amido di mais, aggiungete il composto di latte bollente, filtrandolo con un colino, sempre continuando a mescolare.
Mettete ora il composto ottenuto in un tegame e portatelo ad ebollizione a fuoco vivace continuando a mescolare; lasciatelo cuocere per circa due minuti e poi levatelo dal fuoco.
Avrete ottenuto in questo modo una crema morbida e liscia. Versate la crema catalana, ancora calda, nelle apposite pirofiline, io spesso uso anche i miei barattolini di vetro e, appena raffreddata, mettete in frigorifero a rassodare per circa un paio d'ore.
Al momento di servire in tavola, cospargete la crema con lo zucchero di canna e un pizzico di noce moscata e mettete la pirofilina sotto il grill caldo per pochi minuti, per permettere allo zucchero di caramellarsi, oppure utilizzate l'apposito attrezzo simile ad una piccola fiamma ossidrica.











Alla prossima ricetta.
Consiglia Caliendo Russo