Il gusto

s'architetta
image
23/04/2016 in Ricette, primi
Spaghettone con ventriciello di stocafisso.

Preparazione:
40 minuti
Descrizione
I ventricelli di stoccafisso fanno parte di quei sapori che definiamo " dimenticati " e cerchiamo di riscoprire. Parte non nobile del pesce Stocco, venivano regalati dagli " Stoccaiuoli " ai clienti della pescheria. Arricchivano le tavole dei nostri nonni con un gusto ed una consistenza che ricorda la cotenna di maiale. Di sapore deciso, necessitano di un sughetto essenziale. Perfetto il pomodorino di Quisisana, asciutto e corposo.

 Ingredienti per 4 persone
400 g di spaghettoni
n. 4 ventricelli di stocco spellati
n. 1 manciata di uvetta passa
n. 1 manciata di pinoli
n. 3 spicchi di aglio
prezzemolo q.b.
pepe q.b.
sale q.b.
500 g di pomodorini Quisisana
olio evo q.b
 basilico q.b.
Parmigiano Reggiano stagionato 36 mesi q.b.

Preparazione
Sciacquare i ventricielli, farcirli con l' uvetta passa, pinoli, un pezzetto di aglio, sale, pepe, formaggio e prezzemolo. Arrotolarli a braciola e chiuderli con due stuzzicadenti. In un tegame imbiondire uno spicchio di aglio con l' olio e appoggiarvi le 4 braciole di ventricielli e lasciare rosolare, aggiungere i pomodorini di Quisisana il sale e continuare la cottura. Lessare gli spaghettoni, scolarli al dente, saltarli nel sughetto e impiattarli adagiandovi accanto una bracioletta di ventriciello. Profumare con basilico fresco.

Vino consigliato
Aglianico